domenica 19 maggio 2013

Basta che funzioni

La morte scredita. Il massimo successo è sopravvivere.

(Buon inizio settimana a tutti)

14 commenti:

  1. Se volevi colpirmi, ci sei riuscita. E' il "basta che funzioni" correlato al testo che mi fa pensare.
    Allora sempre lui "in un'epoca di pazzia, credersi immuni dalla pazzia è una forma di pazzia".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E difatti io so di non esserne immune. Dunque non sono pazza per il fatto di sapermi tale (antico paradosso :D )
      "Basta che funzioni" nel senso "basta che il cuore batta, i polmoni respirino, le sinapsi facciano contatto": sono alla ricerca dell'apprezzamento dell'essenza pura e semplice dell'esistere :)

      Elimina
  2. bisogna sopravvivere finchè ci si riesce, e provare perfino a vivere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte pigliamo una condizione per l'altra, anche, forse. E' nelle condizioni estreme che si è indotti a riflettere su quanto invece l'una e l'altra siano un tutt'uno: e lì si intende che sopravvivere, con tutto quel che ne consegue - vedere, gustare, udire, muoversi, ascoltare - è la massima pienezza della vita :)

      Elimina
  3. Un pò cinica, ma... mi piace! Sopravvivere e VIVERE.. perché no? :D

    pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, più che cinica io la sento ferocemente, teneramente, appassionatamente realistica :D

      Elimina
  4. Per ora io ce la metto tutta visto che la morte scredita.
    Ci riuscirò? Questo è un altro paio di maniche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, prima o poi tutti lo faremo questo flop. Nel frattempo ci riuscirai e come. Perché un bravo attore di teatro come te ci tiene al successo, vero? ;)

      Elimina
  5. I sopravvissuti poi di solito assaporano di più la vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco la sintesi perfetta di quello che volevo intendere. Grazie, Alberto ;)

      Elimina