martedì 17 aprile 2012

Mia dolce rivoluzionaria

Da intimista e sofferente, questo blog diventa improvvisamente barricadero e solidale.


"Battetela ora, la sirena, se volete. Perché s'è vinto. Anche per te, Olindo Tinai"

6 commenti:

  1. Risposte
    1. Vero. Un libro che ho amato molto, da ragazza. E anche il film, mica male.

      Elimina
  2. I veri "uomini" d'una volta, come pure quelli del '43-'44-'45
    e quelli del 1960 quando il governo Tambroni dovette dumettersi. Dopo, la ricerca a tutti i costi di un benessere crescente ci ha fatto cadere molto in basso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo. Sicuramente dover lottare per la sopravvivenza rendeva tutti, uomini e donne, più bramosi di cose autentiche, non sofisticate, non artefatte. L'ozio, si sa, è il padre dei vizi (Che cosa sto dicendo? :D). La nostra specie si va involvendo...

      Elimina