lunedì 3 giugno 2013

Insieme




Dunque, complice l'anfitrione e pronubo Aldo il Monticiano sabato scorso a Roma si sono incontrati e misurati in singolar tenzone intorno ad un tavolo (e che tavolo!) un poker di re e uno di regine: il grande Carlo, l'ottimo Massimo illustre discendente del nostro ospite, Alfredo e Franco, i due valorosi consorti della Cri che vi parla e della formidabile Sandra, anch'esse presenti e costituenti la metà del mazzo delle sovrane insieme all'altra metà, formata dalla piacevolissima sorpresa (per me che non la conoscevo ancora) Erika, e dalla meravigliosa Ambra.

La sublime disfida, apertasi a mezzogiorno, si è protratta sino alle sedici senza che alcuno di noi desse segni di disfatta. C'è bisogno di descrivere le interminabili delizie gastronomiche che ci sono state ammannite, o di narrare la nostra eroica resistenza nel fronteggiarle? Io dico di lasciar spazio alla più fervida fantasia: chi immaginasse un banchetto imperiale dei tempi del Divo Augusto non commetterebbe fallo.

Non è invece apprezzabilmente immaginabile la mia gioia nel riassaporare l'abbraccio e la presenza di persone che ho imparato in tutti questi mesi a considerare care al mio cuore: tranne Aldo, che vedo spesso, Massimo, che vedo ogni tanto, e Alfredo, che vedo tutti i giorni, gli altri disertavano il mio sguardo da oltre un anno. E ne avevo davvero nostalgia.

Il tempo è passato troppo in fretta: quattro ore sono volate come pochi istanti. Ore in cui non avrei mai creduto di sentirmi così felice, così in stato di grazia, così al posto giusto nella vita.

Non avrei mai pensato di emozionarmi sentendo descrivere il fantastico, esaltante mondo dell'aceto di Modena. Che bel modo di impiegare un pezzetto di esistenza, stare assieme a voi.

Non vedo l'ora di rivedervi.

E' stato immensamente bello trovarci e ritrovarci... Insieme.




24 commenti:

  1. Mai report post-incontro-blogger è stato più poetico di questo. E più caldo.
    Ogni parola che ho letto ha trovato una corrispondenza assoluta nel mio spirito, uomini e donne di una stessa razza ritrovandoci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di solito per me scrivere un post è un travaglio pari a quello del parto. Questo ti giuro che l'ho buttato giù di getto come mi è venuto, cara, cara, cara Ambra :D
      Mi avete fatto tanto del bene in un periodo difficile della mia vita. E' stato per me bellissimo potervi regalare la mia ritrovata serenità, che devo anche a voi. Grazie, dal profondo del cuore.

      Elimina
    2. E' mai accaduto nella tua vita, carissima Cri, che ci fosse un periodo NON difficile?
      Eppure da te erompe una vitalità spumeggiante senza fine che fa intravedere un sottofondo gioioso in grado di assorbire contrarietà e sofferenze, quietandole.

      Elimina
    3. Ah, Ambra mia, che input che mi dai: meno male che non mi sei davanti di persona, altrimenti darei la stura ad un discorso interminabile che ti stordirebbe :D
      So che in termini assoluti il periodo difficile che ho passato nell'ultimo anno, quello dove ho avuto il tuo e il vostro appoggio, è ridicolo, a paragone di molti altri che ho vissuto. Però ti assicuro che mi ha dato una botta più forte di tante altre. Dev'essere una faccenda psicologica, forse è stato solo un alibi, un trasfert che mi sono concessa per fare i conti con troppa roba che mi era rimasta in sospeso. Sia come sia, tu davvero non puoi immaginare quante volte mi sia aggrappata mentalmente al tuo, ai vostri sorrisi, alle tue, alle vostre affettuose parole. Il web mi ha creato casini, il web mi ha aiutato ad uscirne. Se tiro le somme il bilancio, grazie a voi tutti, vicini e lontani, è positivo ;)

      Elimina
  2. Ho sentito un suono sviolinante di violini, ti ringrazio e continuerò a volerti bene.
    Così come ne voglio, e tanto, anche agli altri blogger presenti quel giorno qui a Roma.
    Mi ha colpito soprattutto il sentimento dell'amicizia che circolava.
    Certo sarebbe bello continuare a stare "Insieme" ancora, poi si vedrà.
    Un salutone,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissimo, un abbraccio anche a Massimo.

      Elimina
    2. E' vero, Aldo, è stato bello sentirsi legati. E continueremo a stare "insieme", in molti e vari modi. Giorno per giorno :)
      (E curati bene!)

      Elimina
  3. Uffaaaa....qui la connessione è uno strazio ; ho cronometrato l'apertura di questo post: 1 minuto e 10 secondi, un tempo interminabile e solo per aprire la pagina. Ma non mi lamento perché sto trascorrendo tempo meraviglioso in questa bella e unica città, Roma. E il tutto è iniziato sabato insieme a tutti voi. Peccato, davvero un gran peccato che si abiti tanto lontano. Ti abbraccio Cri, a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma idealmente siamo vicine e vicini: e poi a gente come noi - come te, in primis! - le distanze non spaventano ;)
      Ti abbraccio forte, Sandra, e sì, a presto, so che sarà così :)

      Elimina
  4. Un salutone anche da me che ero assente ma ho mandato i saluti con Cri. Ve li ha dati, vero? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma SICURO che l'ho fatto!!! Come potevo dimenticarmi di te, Antonio? :D
      (Grazie di avermi, e averci, pensato!)

      Elimina
  5. Formate un gruppo bello e variopinto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^_^
      Variopinto soprattutto per merito della Donna Grande, quest'anno in chiassoso giallo, e di Sandra, che indossa una bellissima, delicata casacca color glicine di sua propria fattura all'uncinetto!

      Elimina
  6. uffi non sono riuscita nemmeno a passare a salutarvi, ero sotto il diluvio alla stazione a prendere i miei ospiti! baci a tutti voi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io difatti ti ho pensata tanto. E mandato baci!

      Elimina
  7. Eccomi, eccomi! Uffa che caotico inizio di settimana! Però, quel "raduno" non lo dimentico!

    Ciao Cri e buona serata! Ben fatto lasciare all'immaginazione dei lettori, quello che si è rivelato un pranzo da leccarsi i baffi! Accanto a me c'era il grande Aldo che prendeva appunti e smistava "comande"... ma che ti vuoi smistare, ad un certo punto s'era creato, su quel tavolo, un ingorgo di piatti! Però, l'abbiamo districato per bene! Non è avanzato neanche un... a no, il resto all'immaginazione!

    Anche sul resto, sono d'accordo con te. Solo che tu sei riuscita ad esprimere il tutto con il giusto "sentimento"! Gran bella giornata ritrovarci ancora una volta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, Carlo carissimo, gran bella giornata e gran belli noi!!! Tra te davanti e Sandra accanto sono stata circondata di fascino!!!
      (Perfetta descrizione, l'ingorgo di piatti! :D )
      E alla prossima volta! ^_^

      Elimina
  8. Son felice per voi... inizialmente pensavo di farcela... poi son successe tante cose compreso un trasferimento per lavoro. Però, la prossima volta, spero proprio di esserci. Un caro saluto a tutti, Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io che nemmeno sapevo della tua partecipazione! Mi dispiace non averti conosciuto. Davvero spero sia per la prossima volta! A presto, un caro saluto anche a te.

      Elimina
  9. Carissimi eccomi qui. Son tornata solo oggi da Ladispoli e sono stata lontana dal pc per sette lunghi giorni..... Devo ringraziarvi tutti, romani simpaticissimi, per l'opportunità che mi avete dato di condividere un piacevole pranzo insieme a voi e di scambiare opinioni su vari temi.
    Mi manca tanto il "fritto all'italiana".......
    Un abbraccio forte a tutti.
    Erika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non solo romani: c'erano rappresentanti di varie parti della penisola equamente distribuiti!
      Molte molte grazie di aver condiviso con noi un momento tanto gratificante per il corpo e per lo spirito ;)
      Alla prossima, un abbraccio forte anche da me!

      Elimina
  10. Io mi riferivo a voi organizzatori, cara Cristina. Serena domenica!!!

    RispondiElimina
  11. che bel gruppo complimenti, ciao buona domenica :)

    RispondiElimina