lunedì 24 dicembre 2012

Nightmare before Christmas

E' da ieri che già mi è presa, puntuale, la sindrome depressiva delle feste.
Però, siccome vi voglio bene, mi faccio forza e vi auguro non so bene che a modo mio, nell'unica maniera possibile, quella di Jack.
Perché io, di fronte al Natale, esattamente come lui mi sento.
Speriamo che anche il mio film vada a finire come il suo.
Ma non precipitiamo gli eventi. Per ora godiamoci questo caleidoscopio con le orbite spalancate come le sue.
Auguri, Aldo, Ambra, Angie, Martina, Sandra, Bomba, Bruno, Endi, Minerva, Linda, Vania, Nick, Gap, Luz, Punzy, Nou, Carlo, Antonio, Mezza, Eli, Frà, Dan, Aube, Simo, Penny, Pat. E auguri a tutti gli altri che passeranno di qui, a quelli che ci capitano per caso, a quelli che ci capitano a mia insaputa,  a quelli che non ci sono mai passati, a quelli che non glie passa manco p'a capa, a quelli che ci sono passati e non ci passano più, che non dimentico.
Cos'è?

23 commenti:

  1. Ed io passo di qui, come ogni giorno d'altronde, anche se non faccio sempre in tempo a lasciare uno dei miei sproloqui... cara Cri, io quel film lo conosco a memoria ma in lingua originale, la versione doppiata proprio non riesco a digerirla ;) Per cui non ho terminato la canzone, anche se ti sono vicina di spirito perché mi sa che me lo guardo per la quattrocentesima volta anche stanotte quel film. Sai come la penso, sei passata da me :) Sai che faccio? Mo' mi organizzo un viaggetto a Roma per l'anno nuovo... dove mi porti a mangiare? Un forte abbraccio, dai che passa (il 25 intendo :) ).
    Buon non-Natale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, Martina, sto contando i giorni in attesa di questa succulenta occasione!!! Nel frattempo ricambio con altrettanta forza questo ulteriore abbraccio ancora virtuale, in attesa di quelli concreti...
      In quanto al film, penso che avrò fatto un percorso per certi versi parallelo al tuo: l'ho visto la prima volta insieme a Matteo di tre, quattro anni, dunque in italiano; e l'ho visto molto malfidata perché, pur volendo bene a Renato Zero tout court, non l'ho mai collocato nel pantheon dei miei cantanti preferiti (anzi, certe volte l'ho trovato piuttosto eccessivo e indigesto, esagitato, stucchevole e melenso persino più di me...): però la magia della storia (la prima volta che ho visto l'intro della festa di Halloween, giuro, HO AVUTO PAURA come se fossi io quella che aveva tre anni), la bellezza delle musiche, la fantasmagoria delle invenzioni di sceneggiatura e di animazione mi hanno fatto sembrare encomiabile persino l'onesta interpretazione del cantante romano, che ci si è applicato con indubbia umiltà e ci ha messo tutta la buona volontà che poteva, e mi hanno da subito tenuto incollata allo schermo quanto e più di Matteo, che ha adorato il film al primo sguardo e l'ha rivisto ad libitum prima da solo e poi con la sorellina prima ancora che questa riuscisse a star seduta da sola nel box; e che non appena ha incominciato ad appassionarsi all'idioma inglese ha cominciato ad ascoltare il DVD in lingua originale. Lì ho avuto modo anch'io assieme a lui di scoprirlo nella sua autenticità, e di amare anch'io, e prediligere, l'interpretazione suadente, sofisticata e sommessa di Danny Elfman, così diversa dall'istrionismo accorato di Renato. Però ormai avevo avuto l'imprinting Jack-Zero, e se penso a Jack che cade per ventura nella città del Natale spontaneamente lo penso così, tutto agitato, schizzato e melodrammatico, e anzi, sento che un po' mi somiglia :D
      (Comunque il film è un assoluto capolavoro. Persino nella sminuente versione doppiata in italiano!)

      Elimina
  2. I miei più affettuosi auguri di buone feste, e più ancora per un 2013 carico di felicità, serenità e Amicizia!!!! :)
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altrettanto, carissimo Nick; e grazie ancora, tu sai di che ;)

      Elimina
  3. Crollata anche io, ma in pubblico non lascio traccia.
    Ti bacio, sorellina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Inside my heart is breaking, my make-up may be flaking but my smile still stays on"
      Sempre.
      :*, tanti tanti. :)

      Elimina
  4. E quando mai riuscirai a fuggire dalle mie grinfie, forse soltanto quando navigherò verso altri lidi, ma ti sorveglierò egualmente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa per me è una gran consolazione, Aldo mio; e per ora questi lidi non sono la meta. Io punterei al posto di senatore a vita lasciato libero da Rita ;)
      :*

      Elimina
  5. Un abbraccio grandissimo e lascia passare, non è depressione è solo un po' di mainconia, nulla di male. Sei forte. Un bacio e auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni eventuale residuo di malinconia, Angie, come avrai ben visto, è stato spazzato via e disintegrato dalla gioia e dal divertimento immensi che mi avete regalato tu e la tua compagnia ieri nella magnifica cornice del teatro degli Arrischianti di Sarteano :D
      (Non vedo l'ora di riabbracciarti. E per stasera, MERDISSIMA! E buona fine e buonissimo principio, fantastica ragazza!!! <3)

      Elimina
  6. Risposte
    1. auguriauguriauguri, o incognito r. assai gradito e simpatico!!! ^^

      Elimina
    2. ;-))

      (ancora auguri, Cri...!!!)

      Elimina
  7. L'antidoto alle passioni tristi esiste :) basta questa considerazione a sollevarci il morale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, sì; e in questa settimana di salutari bagni nella realtà l'ho sperimentato con successo ;)
      (penso anche te sempre sorridente, Bomba: di quel sorriso lieve, ermetico, saggio, ironico, che ti ho visto sul volto e che mi rinfranca rimembrare :) )

      Elimina
  8. Grazie, @Cri carissima, di avermi ricordato .... Te l' ho già detto, essere nei tuoi pensieri, è per me cosa soave, appagante, acqua sorgiva e fresca in cui specchiarmi, con le mie malinconie, coi miei ricordi non dissimili dai tuoi, con le mie paure umane, con le mie improvvise impennate di arcana, inaspettata felicità, coi miei sogni .... immutabili .
    Specchio di tutto questo sei ... e di più, se - come tanti tuoi amici/amiche - non posso fare ameno di fermarmi qui e leggerti, uniformando al tuo il battito del mio cuore, come si adegua all' onda lo scafo di una barca, ora sulla cresta ora nel fondo .... mentre non muta l' immensa volta delle stelle che sopra incombe sul mare e chi lo navighi .
    Eppure viviamo, cara amica mia ... ci guardiamo intorno, ci ferisce talvolta la nostra tragica impotenza a mutare l' orrore, ci aiuta la memoria e l' affetto, tangibile e profondo, di chi ci vuol bene e, dandoci una mano, affronta con noi il Viaggio verso una meta che non conosciamo, ma viviamo comunque e mi viene da pensare : ci può essere qualcosa di più struggentemente bello ???
    Quanto alle feste ed al loro chiassoso indotto, ammettiamolo una volta per tutte : la si può pensare in mille modi, si può esser religiosi o atei, ma dobbiamo infine ammettere tutti e tutte, 'senza se e senza ma', che esse, sia il Natale che il Capodanno, o il Carnevale, o Pasqua, o il Ferragosto, o Halloween ..... hanno un aspetto obiettivamente meraviglioso !
    Quale ?!?
    CHE FINISCONO !!! :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah, Bruno, e per fortuna! Finiscono tutte le cose belle, finiscono anche le feste. Sarebbe sperequativo, altrimenti :D
      La nostra impotenza è davvero tragica e ridicola assieme: e l'orrore spesso non è nemmeno orrore, ma confusione, assurdo incongruo caos, straniamento, sottile angoscia di spaesamento di chi si interroga: "che ci faccio io qui?"
      E l'unica risposta è quella che tu dici: "Vivo". Nulla più di questo si può replicare: solo vivere, vivere, e lasciarci trasportare a braccia aperte nel flusso, aggrovigliati e resi saldi dai mille fili di seta delle nostre relazioni d'amore con le persone significative che ci sono passate o ci passano accanto. A volte anche poche parole di un amico possono salvare da un naufragio. Fino alla prossima tempesta ;)
      A presto, caro Bruno. E grazie.

      Elimina
  9. auguri anche a te per tutti i giorni dell'anno, e per un christmas
    after nightmare ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, arguto e sensibile amico che mi passi accanto invisibile sfiorandomi nella calca cittadina ;)

      Elimina
  10. Risposte
    1. E io lo sapevo che mi avresti dato buca!!! :D
      (Ti voglio bene, piccola. Sono felice di vederti anche qui. :) )

      Elimina